Alla scoperta dei destination wedding

Alla scoperta dei destination wedding

Sono tanti i motivi che ci possono portare ad organizzare un viaggio. C’è chi viaggia per piacere ovviamente, chi viaggia per lavoro, chi viaggia per motivi di studio, c’è chi viaggia per trovare se stesso o le sue radici. E poi c’è chi viaggia per dire Sì, ovvero per celebrare il suo giorno più bello in una nazione che non è la sua. E’ il fenomeno del destination wedding, un trend che da quasi 10 anni sta interessando sia gli operatori del mondo del turismo che quelli del mondo dei matrimoni.



Ma qual è l’anatomia di questo settore? Per semplicità prenderemo in considerazione il caso dell’Italia, che con le sue bellezze è una delle mete preferite del destination wedding.

Chi decide di venirsi a sposare in Italia proviene di solito da Canada, Usa, Inghilterra ma anche Russia o India. Non di rado si tratta di coppie miste in cui uno dei due sposi è di origine Italiana. Sono coppie che hanno a disposizione budget considerevoli che permettono loro di affittare venue da sogno o di accaparrarsi i migliori professionisti del settore: il più quotato wedding planner, il miglior fotografo matrimonio, il più bravo fiorista e così via.

A proposito del wedding planner, c’è da dire che esso infatti ha un ruolo centrale nel mondo dei destination wedding. Esso infatti si occupa di definire insieme agli sposi la maggior parte dei dettagli relativi al matrimonio, mentre gli ultimi particolari verranno messi a punto dal vivo quando, pochi giorni prima della cerimonia, la coppia sarà arrivata in Italia. I wedding planner in questo caso dovrà padroneggiare non solo l’argomento organizzazione matrimoni ma anche la comunicazione via internet e la lingua inglese.

Come detto sopra in questi matrimoni, vi è la possibilità di affittare le migliori location. Ecco allora che i matrimoni prendono forma in bellissimi castelli, dimore d’epoca, resort ultra moderni ma anche casali ristrutturati dal gusto country chic.

Si tratta di matrimoni raccolti, ovvero con un numero di inviati limitato. E ciò per gli evidenti problemi logistici legati allo spostamento di un gran numero di persone. Solitamente infatti gli sposi organizzano una cerimonia simbolica nel loro paese, per le persone che non sono riuscite a raggiungerli in Italia.

Tra le mete preferite per i destination wedding in Italia vi sono le grandi città d’arte come Firenze, 15, Venezia e Verona, i laghi di Garda e di Como, la Toscana, l’Umbria. Esistono poi sposi che sperimentano e danno una chance anche alle regioni minori come il Friuli Venezia Giulia.